Menu Genialfox

I tuoi annunci e le tue ricerche sempre con te!

Accedi con

oppure

Password dimenticata?

Sei nuovo su GenialFox?

Registrati

News

Aprire una tabaccheria

31 Marzo 2020

Tutto quello che c’è da sapere prima di aprire una tabaccheria

 

Aprire e gestire una tabaccheria è un attività, ancora oggi, molto attrattiva per diversi motivi.
Il primo e più importante è che vendere tabacchi è remunerativo grazie anche all’alto numero di potenziali clienti. Infatti 11,6 milioni di persone (il 22% dell’intera popolazione) sono fumatori continuativi ed il trend da parecchi anni si è ormai stabilizzato.

Ma ciò che rende le tabaccherie un’attività imprenditoriale interessante è l’operare in un mercato protetto dove il numero di licenze sono contingentate e quindi la concorrenza controllata.

Un ulteriore motivo di interesse sta nel fatto di poter affiancare anche altri prodotti e servizi (es. valori bollati, ricariche telefoniche, lotterie di Stato, pagamento bollo auto) che generano quindi un flusso di persone continuo nel punto vendita.
In questo caso aprire un negozio in franchising vuol dire far parte di un gruppo, avere un’insegna riconosciuta e poter usufruire di prodotti, sevizi e supporti professionali.

 

Fai il GenialTest e scopri i franchising più adatti a te!

 

ITER BUROCRATICO

Come abbiamo detto le licenze sono a numero chiuso e devono essere richieste tramite la compilazione di un modulo da inviare all’Agenzia Dogane e Monopoli

Prima che possa essere concessa la licenza vengono presi in considerazione due parametri principali: la distanza da altre attività preesistenti e la produttività di queste ultime. Ciò è quindi un’opportunità ma anche un grosso vincolo, perché qualora non fosse possibile aprire nuove attività si renderebbe necessario acquisirne una esistente.
I parametri per valutare la distanza necessaria tra un’attività ed un’altra sono definiti dalla densità abitativa della zona in cui si desidera aprire.
Per quanto riguarda la produttività lo Stato, prima di concedere una nuova licenza, vuole accertarsi che la nuova attività si sostenga e possa essere remunerativa non solo per l’imprenditore ma anche, e soprattutto, per Se stesso.

L’imprenditore che volesse aprire una tabaccheria non deve avere requisiti particolari se non l’aver frequentato un corso di formazione specifico

 

LOCATION

La ricerca di una location idonea è un po’ limitata dai vincoli di legge, però sarà comunque importante scegliere una posizione in cui ci sia un sufficiente traffico pedonale e/o di passaggio automobilistico magari con la possibilità di una sosta veloce.

Le dimensioni del locale sono funzionali al numero di merceologie differenti che si decide di inserire. Per la sola tabaccheria sono sufficienti locali di 30 mq ma bisogna sempre fare attenzione a regolamenti e normative specifiche di ogni territorio comunale/provinciale/regionale.

PRODOTTI

 

TUTTI I VANTAGGI DEL FRANCHISING NEL SETTORE DELLA TABACCHERIA

Come abbiamo detto per aprire una tabaccheria si può acquisire una licenza esistente o richiederne una ex novo.
Nel primo caso, definire un investimento iniziale è difficile perché dipenderà dal prezzo deciso dal venditore, ma il vantaggio è quello di avere l’attività già avviata.

Se per contro si volesse aprirne una ex novo, oltre al costo burocratico di ottenimento della licenza, andrebbero aggiunte tutte quelle spese relative alla locazione, all’eventuale messa a norma e adeguamento del locale stesso per sommare poi le utenze ma anche l’arredo, la cassa e i supporti informatici. Possiamo stimare un investimento complessivo indicativamente di 50.000 €

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trova il franchising più adatto a te!

Hai deciso di cambiare vita e di aprire una nuova attività, ma non hai ancora le idee chiare su quale sia il franchising migliore o il prodotto che meglio racconta la tua passione? GenialFox ti aiuta a scoprirlo!

GenialTest