Menu Genialfox

I tuoi annunci e le tue ricerche sempre con te!

Accedi con

oppure

Password dimenticata?

Sei nuovo su GenialFox?

Registrati

News

Come aprire un alimentari

30 Novembre 2020 Come aprire un alimentari

Tutto quello che devi sapere prima di aprire un’attività in franchising

I tempi sono quelli che sono, purtroppo. Ma proprio per questo bisogna sempre guardare avanti, al futuro. Pensare a quello che si vuol fare. Ad esempio: ti ha mai solleticato l’idea di aprire un negozio di alimentari? In tempi di Coronavirus, il comparto legato all’alimentazione è uno dei pochissimi che ha segnato performance altamente positive. E non parliamo solo della grande distribuzione organizzata, ma anche dei negozi al dettaglio, inclusi quelli in franchising.

“Dovrebbe far riflettere che un settore, spesso portato a esempio di eccellenza, sia riuscito a crescere nonostante l’assenza di un reale disegno di politica economica che consentisse alle aziende di irrobustirsi, rinnovarsi e quindi di esprimere pienamente il loro potenziale competitivo”
Francesco Mutti, presidente di Centromarca

Basti pensare che, durante l’ultimo difficile periodo, il fatturato del settore alimentare ha avuto un incremento di oltre il 4%. E che anche l’export estero ha fatto registrare dati simili. Numeri nient’affatto scontati, a maggior ragione in un panorama difficile quale quello che stiamo vivendo.

Fai il GenialTest e scopri quale attività fa per te!

 

ITER BUROCRATICO

Per prima cosa devi preoccuparti di alcune prerogative essenziali. Se non rispetti questi paletti, sarà impossibile aprire la tua propria azienda! Quindi presta ben attenzione a che tu abbia questi requisiti:

  1. aver compiuto la maggiore età
  2. non avere precedenti dichiarazioni di fallimento
  3. essere residenti in Italia
  4. non aver riportato condanne penali o restrizioni normative
  5. non essere sottoposto a sorveglianza speciale, divieto o obbligo di soggiorno
  6. non essere dichiarato “delinquente abituale”

Dopo di che sarà necessario avere alcuni requisiti professionali:

  1. notifica sanitaria
  2. aver esercitato per almeno due anni (degli ultimi 5 anni) nel settore alimentare o nella somministrazione di alimenti e bevande
  3. aver frequentato un corso professionale riconosciuto per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti.
  4. aver lavorato per almeno due anni (non necessariamente in maniera continuativa) negli ultimi 5 anni in aziende del settore alimentare, o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande. Sia che tu fossi dipendente qualificato, addetto alla vendita all’amministrazione o alla preparazione degli alimenti, oppure in qualità di socio lavoratore.
  5. avere conseguito il diploma di scuola secondaria superiore, una laurea di tipo triennale oppure aver frequentato una scuola a indirizzo professionale (solo se nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti)
  6. essere iscritto nel registro esercenti per il commercio per l’attività di somministrazione alimenti e bevande o per l’attività di vendita i gruppi merceologici individuati dalle lettere A, B e C dell’articolo 12 del decreto ministeriale numero 375 del 4 agosto 88
  7. aver superato un esame di idoneità all’esercizio di attività di somministrazione alimenti e bevande oppure per l’attività di vendita di uno dei gruppi merceologici individuati nel punto precedente

Ci siamo quasi! A questo punto, se tutti i requisiti che ti abbiamo appena elencato sono rispettati, ti serviranno altri pochi semplici passaggi!

  1. se non ce l’hai, è necessario che tu apra la tua Partita Iva
  2. è poi necessario iscriversi al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio della tua zona
  3. Inviare la Scia, la Segnalazione Certificata di Inizio Attività, al Suap, lo sportello unico delle attività produttive del comune di residenza
  4. Aprire le posizioni Inps e Inail anche per i dipendenti

Tutto chiaro, no?

Aprire un alimentari

APRIRE UN ALIMENTARI: CHE LOCATION?

Come ben saprai, ci sono molti tipi di negozi di alimentari: dai minimarket a quelli dove davvero ti ci perdi dentro. Quindi, prima di chiederti che tipo di location intendi adibire alla tua attività, devi pensare a come vuoi declinare il tuo business. Ad esempio: vuoi un bancone destinato ai salumi e ai formaggi? Hai intenzione di vendere verdura fresca? Vuoi tenere prodotti surgelati o no?

Darti le giuste risposte a tutte queste domande ti aiuterà nel fare la scelta perfetta. I costi, ovviamente, cambiano in base a tutte queste variabili. Se hai intenzione di fare le cose in grande, devi infatti tener conto dei costi che l’avere una location grande comporta. In termini di allacciamenti, di consumi, di stoccaggio delle merci, di gestione complessiva.

 

PRODOTTI

Come dicevamo prima, ci sono svariate ipotesi che puoi prendere in considerazione. Puoi concentrarti sull’avere prodotti tipici della tua zona di residenza, puoi decidere se fare a meno dei prodotti surgelati, se rinunciare ad avere frutta e verdura fresche o chissà che altro.

Focalizzarti sul tipo di opportunità di scelta da offrire al cliente è fondamentale per pianificare tutti i passi successivi! Se pensi che il mondo del franchising possa fare al caso tuo, dai un’occhiata a tutti i vantaggi che puoi avere.

 

VANTAGGI DEL FRANCHISING NEL SETTORE DEGLI ALIMENTARI

  1. l’utilizzo di un marchio noto e già consolidato, con una reputazione solida di affidabilità
  2. maggiore tasso di fidelizzazione ed una rapida acquisizione della clientela
  3. ingresso nel settore con una posizione privilegiata
  4. sfruttamento dell’immagine standardizzata ed immediatamente riconoscibile
  5. trasferimento all’affiliato, mediante formazione e corsi di aggiornamento costanti, del know-how esperto della casa madre
  6. assistenza, affiancamento e consulenza a 360°, sia prima che dopo l’apertura, per ogni aspetto partendo da quelli burocratici a quelli commerciali, passando per la gestione del negozio e per la valutazione della location per l’apertura
  7. supporto completo per valutazione, scelta, progettazione ed allestimento di una location accattivante ed in posizione vantaggiosa
  8. fornitura completa di arredi, espositori, attrezzature, software, insegne, divise, prodotti di vendita, materiale promozionale, e così via
  9. format chiavi in mano
  10. riduzione del rischio imprenditoriale
  11. riduzione dei costi di avvio e gestione grazie al potere commerciale acquisito dalla rete ed all’accesso a vantaggiose convenzioni ed agevolazioni sulle forniture e sui pagamenti della merce

Ora sei pronto per partire!

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trova il franchising più adatto a te!

Hai deciso di cambiare vita e di aprire una nuova attività, ma non hai ancora le idee chiare su quale sia il franchising migliore o il prodotto che meglio racconta la tua passione? GenialFox ti aiuta a scoprirlo!

GenialTest