Idee per un secondo lavoro in franchisingIdee per un secondo lavoro
Misurare la redditività di un'attività in franchisingAnalisi della redditività nel franchising

Una delle caratteristiche imprescindibili del format del franchising

Il know-how (in inglese, letteralmente “competenza”) identifica le conoscenze e le abilità operative necessarie per svolgere una determinata attività lavorativa, in questo caso in franchising.

Nella prassi della formazione spesso si distingue tra:

  1. il sapere (conoscenze certificate)
  2. il saper fare (conoscenza operativa, abilità pratiche, esperienza professionale)
  3. il saper essere (capacità di comprendere il contesto, di gestire le interazioni con gli altri)

Il know-how del franchising

Il know-how è uno degli ingredienti fondamentali e imprescindibili del franchising, che lo rende unico e ne distingue il format dalle altre tipologie di imprenditorialità. Infatti, ciò che lo differenzia, è la circostanza per cui il franchisor non “vende” semplicemente prodotti agli affiliati, ma offre un’idea di business più complessa e originale.

Il know-how rappresenta dunque ciò che il franchisor trasferisce all’affiliato, il “pacchetto” di conoscenze e tecniche messe a punto dall’insegna, come è stabilito nell’art.1 comma 1 L.129/2004 che lo definisce “un patrimonio di conoscenze pratiche non brevettate derivanti da esperienze e prove eseguite dall’affiliante”.  La sua importanza è tale che la norma in questione si cura appunto di dare questa specifica definizione inserendola all’interno del contratto (art.3 comma 4 lett.d).

Il contenuto varia in relazione ai diversi settori nei quali il contratto di affiliazione trova applicazione. Può contenere aspetti commerciali, organizzativi ed economici, come ad esempio:

  1. specifiche tecniche dei prodotti
  2. modalità di preparazione di cibi o bevande
  3. procedure organizzative originali
  4. particolari tecniche di vendita
  5. stile comunicativo unico

La modalità con cui il know-how è concesso in licenza all’affiliato è attraverso la formazione e la consegna del manuale operativo.

Qualora invece, si verifichi la mancata o insufficiente trasmissione del know-how, è possibile che l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) intervenga a favore dell’affiliato. E’ quindi fondamentale che i dettagli siano descritti e individuati con chiarezza e precisione.

 

Pubblicato il: 09 / 11 / 20 / Categorie: Academy, Magazine / Tags: , /

Iscriviti alla Newsletter

Non perdere le ultime novità, rimani sempre aggiornato sul mondo del franchising!


Privacy Policy